Coordinamento CARE

Coordinamento delle Associazioni familiari Adottive e Affidatarie in Rete

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Home Ultime news Maria Elena Boschi contatta le Famiglie in attesa dei rimborsi 2011

Maria Elena Boschi contatta le Famiglie in attesa dei rimborsi 2011

caiAlcune nostre famiglie ci informano che la presidente della Commissione Adozioni Internazionali, Maria Elena Boschi, ha inviato oggi una mail pertinente ai mancati rimborsi del 2011.

La CAI della precedente gestione si era già espressa in merito il 31 gennaio 2015 ma ad oggi nulla è più accaduto. Quello odierno è quindi un segnale molto importante in arrivo dalla 'nuova' CAI, che segue quanto già annunciato dalla Presidente Boschi, una rinnovata attenzione verso le necessità delle famiglie adottive. Questo il testo della lettera giunta alle famiglie: 

Gentili Signori ...,
sulla questione dei rimborsi 2011 ho avuto modo di dare alcuni elementi informativi l’8 giugno scorso, durante lo svolgimento del question time presso l’Aula della Camera.

In ogni caso l’occasione mi è gradita per rappresentarle una breve sintesi della situazione.

Il governo per agevolare e semplificare la capacità di spesa della CAI, già con la legge di stabilità 2016, ha istituito il Fondo per le adozioni internazionali dotato di 15 milioni di euro, a decorrere dal 2016. L’istituzione di un Fondo destinato a finanziare le adozioni segna un reale cambio di passo. Infatti fino a dicembre 2015 le spese per le adozioni internazionali gravavano sulle risorse complessivamente stanziate a favore di un Fondo indistinto, denominato “Fondo pe le politiche della famiglia”. Tali risorse venivano poi ripartite tra le diverse finalità con apposito decreto dell’autorità delegata alle politiche della famiglia.

Ora, invece, in base alla disciplina vigente, la gestione del nuovo Fondo, assegnata al Segretariato generale della Presidenza del Consiglio dei Ministri, è soggetta a procedure più rapide, con risorse destinate esclusivamente alle adozioni internazionali. 

Riguardo al suo caso specifico, vi segnalo che esiste un elenco delle coppie che hanno presentato richiesta di rimborso, in adesione al DPCM 4 agosto 2011. La vicenda si è dilatata così a lungo in quanto il citato DPCM del 4 agosto 2011 non prevedeva un limite ai rimborsi se non in una misura percentuale correlata al livello di reddito, limite fissato, invece, nei precedenti decreti. Tale mancanza di limite ha fatto lievitare di molto il fabbisogno finanziario, che non ha trovato copertura con le risorse stanziate sul fondo politiche per la famiglia.
Ciò ha comportato un’attenta verifica sulla congruità anche delle risorse stanziate nel 2016, che come ho accennato sono 15 milioni a valere su un Fondo ad hoc per le adozioni internazionali. L’istruttoria è estesa anche all’accertamento di risorse residue ancora disponibili su altri capitoli di bilancio, che permettano così di finanziare quella parte di oneri che dovessero risultare senza copertura per i rimborsi del 2011. 

Vi garantisco il mio impegno presso gli Uffici della CAI affinché possa trovare sollecita definizione la vicenda dei rimborsi per il 2011.

Cordiali saluti


smaller text tool iconmedium text tool iconlarger text tool icon
 
FacebookTwitterGoogle BookmarksLinkedinRSS FeedPinterest
10974495_662888167154723_1887965955832785024_o.jpg

In evidenza

Banner


Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento del sito. Se vuoi saperne di più consulta la privacy policy.

Accetto i cookie da questo sito.